Top

Blog

Requisiti di accesso all’area – manifestazioni pubbliche

Nella Linea guida per l’individuazione delle misure di contenimento del rischio in manifestazioni pubbliche con peculiari condizioni di criticità. – Luglio 2018 sono riportate le indicazioni da seguire per la caratterizzazione e il dimensionamento delle misure di sicurezza finalizzate al contenimento del rischio in manifestazioni pubbliche che si tengono in luoghi all’aperto in cui si profilino peculiari condizioni di criticità connesse alla tipologia dell’evento, alla conformazione del luogo, al numero e alle caratteristiche dei partecipanti, non assoggettate ai procedimenti di cui all’art. 80 del Regio decreto 18 giugno 1931 n. 773 (TULPS).

Per le manifestazioni di pubblico spettacolo che si tengono in luoghi all’aperto assoggettate ai procedimenti di cui all’articolo 80 del regio decreto 18 giugno 1931 n. 773 e che presentino peculiari condizioni di criticità, le linee guida contenute nel documento possono costituire un utile riferimento integrativo degli aspetti non già ricompresi nelle vigenti norme di sicurezza per esse applicabili. 1.

REQUISITI DI ACCESSO ALL’AREA

  • Accessibilità mezzi di soccorso:
    • Larghezza: 3.50 m.
    • altezza libera: 4.00 m.
    • raggio di volta: 13 m.
    • pendenza: non superiore al 10%
    • resistenza al carico: almeno 20 t (8 sull’asse anteriore e 12 sull’asse posteriore)
  • Individuazione delle aree di ammassamento per i mezzi di soccorso per la gestione operativa di scenari incidentali configurabili come maxi-emergenze. Per quanto possibile, oltre ai requisiti di accesso all’area sopra citati dovrà essere individuata una viabilità dedicata ai mezzi di soccorso che consenta di raggiungere l’area della manifestazione senza interferire con i flussi in esodo degli occupanti.

 

A COSA SERVE?

Questa misura serve per garantire l’accesso ai soccorritori, che generalmente hanno mezzi piuttosto ingombrati. È infatti necessario garantire non solo un percorso libero da intralci, bisogna anche garantire anche che questo sia sempre libero, e non subisca i “blocchi” necessari invece per prevenire attentati terroristici. E’ questo il passaggio più delicato di questa misura di sicurezza.

 

[email protected]

Share
No Comments
Add Comment
Name*
Email*
Website