Top

Blog

I rischi alle persone e all’ambiente

DINAMICA DELL’INCENDIO

Nell’evoluzione dell’incendio si possono individuare quattro fasi caratteristiche  le quali possono essere evidenziate in un diagramma che descrive l’andamento delle temperature di un incendio nel tempo (curva Temperatura – tempo):

  • Fase di ignizione

I vapori delle sostanze combustibili, siano esse solide o liquide, iniziano il processo di combustione e la combustione è facilmente controllabile.  Tale fase dipende dai seguenti fattori: infiammabilità del combustibile, possibilità di propagazione della fiamma, grado di partecipazione al fuoco del combustibile, geometria e volume degli ambienti, possibilità di dissipazione del calore nel combustibile, ventilazione dell’ambiente, caratteristiche superficiali del combustibile, distribuzione nel volume del combustibile, punti di contatto.

  • Fase di propagazione

Caratterizzata da: produzione dei gas tossici e corrosivi, riduzione di visibilità a causa dei fumi di combustione, aumento della partecipazione alla combustione dei combustibili solidi e liquidi, aumento rapido delle temperature, aumento dell’energia di irraggiamento.

  • Incendio generalizzato (flash over)

Caratterizzato da: brusco incremento della temperatura, crescita esponenziale della velocità di combustione, forte aumento di emissioni di gas e di particelle incandescenti, che si espandono e vengono trasportate, in senso orizzontale, e soprattutto in senso ascensionale; si formano zone di turbolenze visibili, i combustibili vicini al focolaio si autoaccendono, quelli più lontani si riscaldano e raggiungono la loro temperatura di combustione con produzione di gas di distillazione infiammabili.

  • Estinzione e raffreddamento

Quando l’incendio ha terminato di interessare tutto il materiale combustibile ha inizio la fase di decremento delle temperature all’interno del locale a causa del progressivo diminuzione dell’apporto termico residuo e della dissipazione di calore attraverso i fumi e di fenomeni di conduzione termica.

 

La probabilità di intervenire con successo su un principio di incendio è molto alta nella fase di ignizione, nella quale le temperature sono ancora basse; per tale motivo è importante che i mezzi di estinzione siano a portata di mano e chiaramente visibili e che gli addetti antincendio siano ben addestrati all’intervento tempestivo, attraverso un buon piano di emergenza collaudato e provato.

[email protected]

Share
No Comments
Add Comment
Name*
Email*
Website