Top

Blog

esodo RTV pubblico spettacolo

Analizziamo insieme la nuova normativa antincendio per le attività di intrattenimento e di spettacolo a carattere pubblico [Parte 8]

Esodo

La progettazione del sistema d’esodo (Capitolo S.4) delle attività di intrattenimento o spettacolo deve prevedere il massimo affollamento in funzione della presenza del pubblico e delle ulteriori persone presenti a qualsiasi

Nota L’affollamento complessivo delle attività di intrattenimento o spettacolo caratterizzate dalla compresenza di ambiti differenti è calcolata con riferimento alle densità   di affollamento ed ai criteri del Capitolo S.4 per i relativi ambiti, ovvero impiegando le soluzioni alternative o in deroga del Capitolo G.2

Negli ambiti con posti a sedere sono ammesse aree con pubblico in piedi purché siano identificate e non interferenti con le vie d’esodo.

 

Il sistema d’esodo delle aree TA:

  1. non può prevedere tornelli;
  2. non deve attraversare le altre tipologie di aree classificate al punto A.1.3 comma 2;

Nota Non si applicano le indicazioni del paragrafo requisiti antincendio minimi per l’esodo del Capitolo S.4 inerenti l’ammissione dell’attraversamento di altre tipologie di aree a seguito di specifica valutazione del rischio

 

se con pubblico in piedi e densità d’affollamento > 0,7 persone/m2 non può prevedere porte ad apertura automatica.

Nota Non si applicano le indicazioni dei paragrafi porte ad azionamento automatico, tornelli del Capitolo S.4

 

Per il sistema d’esodo delle aree TA1 non è ammessa l’omissione di porzioni di corridoio

Nota Non si applicano le indicazioni della Tabella condizioni per l’omissione di porzio- ne di corridoio cieco del Capitolo S.4

 

Al fine di limitare la probabilità che si sviluppi sovraffollamento localizzato e di ridurre i tempi di attesa Δtcoda, in particolare in caso di affollamenti o densità di affollamento significativi oppure considerando che gli occupanti possano distribuirsi in modo imprevisto, la larghezza unitaria da utilizzare per il calcolo delle larghezza delle vie d’esodo orizzontali delle aree TA1 con pubblico in piedi e densità di affollamento > 0,7 pp/m2 è riportata nella tabella 1-4:

 

 

Nota Non si applicano le indicazioni della Tabella larghezze unitarie per vie d’esodo orizzontali del Capitolo S.4

 

Per le attività OB con pubblico in piedi e densità di affollamento > 0,7 pp/m2, la larghezza minima delle vie d’esodo orizzontali delle sale delle aree TA1 deve essere ≥ 1200

Nota  Misura complementare della Tabella  larghezze minime per  vie d’esodo orizzontali del Capitolo S.4

 

Al fine di limitare la probabilità che si sviluppi sovraffollamento localizzato e di ridurre i tempi di attesa Δtcoda, in particolare in caso di affollamenti o densità di affollamento significati- vi oppure considerando che gli occupanti possano distribuirsi in modo imprevisto, la larghezza unitaria da utilizzare  per il calcolo delle larghezza delle vie d’esodo verticali delle aree TA1   con pubblico in piedi e densità di affollamento > 0,7 pp/m2 è riportata nella tabella 1-5:

Nota Non si applicano le indicazioni della Tabella larghezze unitarie per vie d’esodo verticali del Capitolo S.4

 

Per le attività OB con pubblico in piedi e densità di affollamento > 0,7 pp/m2, la larghezza minima delle vie d’esodo verticali delle sale delle aree TA1 deve essere ≥ 1200

Nota Misura complementare della Tabella larghezze minime per vie d’esodo verticali del Capitolo S.4

 

 

[email protected]

335 384310

Share
No Comments
Add Comment
Name*
Email*
Website