Top

Normativa

Manifestazioni con presenza di un numero di persone inferiore a 200

Manifestazioni con presenza di un numero di persone inferiore a 200 Si premette che il numero massimo di persone che possono essere presenti ad una manifestazione è dichiarabile dal responsabile dell’attività solamente nel caso di locali con soli posti a sedere o dove l’area sia delimitata, l’accesso sia controllato e sia possibile determinare l’affollamento in ogni momento. Negli altri casi, così come chiarito dal Dipartimento di P.S. con nota prot. 557/PAS/U/005089/13500.A del 14.03.2013, l’affollamento può essere determinato con la densità di 2 persone/mq. L'art. 141 comma 2 del R.D. 635/1940, così come modificato dal D.P.R. 311/2001 e dall'art. 4 comma 1 lett. c) del D.Lgs 222/2016 riporta “Per...

Sfilate di carri allegorici

Le norme tecniche ed i vari chiarimenti emessi nel corso del tempo hanno portato ad una definizione di “locale di pubblico spettacolo” non sempre univoca e di immediata identificazione e ad interpretazioni procedurali disomogenee, in particolare in occasione delle manifestazioni temporanee dove si riscontrano una gran varietà di situazioni diverse. Tramite l'utilizzo del presente documento - aggiornamento della precedente versione del 2012 - si è resa più chiara l’individuazione delle attività da considerarsi di pubblico spettacolo ed univoca l’interpretazione delle procedure, al fine di rendere uniforme l’attività di controllo da parte del personale del Comando dei Vigili del Fuoco, delle Commissioni Locali di Vigilanza dei Locali...

La commissione comunale di vigilanza per i locali di pubblico spettacolo

Le norme tecniche ed i vari chiarimenti emessi nel corso del tempo hanno portato ad una definizione di “locale di pubblico spettacolo” non sempre univoca e di immediata identificazione e ad interpretazioni procedurali disomogenee, in particolare in occasione delle manifestazioni temporanee dove si riscontrano una gran varietà di situazioni diverse. Tramite l'utilizzo del presente documento - aggiornamento della precedente versione del 2012 - si è resa più chiara l’individuazione delle attività da considerarsi di pubblico spettacolo ed univoca l’interpretazione delle procedure, al fine di rendere uniforme l’attività di controllo da parte del personale del Comando dei Vigili del Fuoco, delle Commissioni Locali di Vigilanza dei Locali...

Complessi e impianti con capienza non superiore a 100 spettatori o privi di spettatori – D.M. 18 marzo 1996

D.M. 18 marzo 1996 - Art.20 Complessi e impianti con capienza non superiore a 100 spettatori o privi di spettatori Descrizione L'indicazione della capienza della zona spettatori deve risultare da apposita dichiarazione rilasciata sotto la responsabilità del titolare del complesso o impianto sportivo. Ubicazione Gli impianti al chiuso possono essere ubicati nel volume di altri edifici ove si svolgono attività di cui ai punti 64, 83, 84, 85, 86, 87,89, 90, 91, 92, 94 e 95 del decreto del Ministro dell'interno 16 febbraio 1982. Comunicazioni La separazione con tali attività deve essere realizzata con strutture REI 60;eventuali comunicazioni sono ammesse tramite filtri a prova di fumo aventi stesse caratteristiche di resistenza al...

Linee guida formazione professionale – 9 Giugno 2020

Ripartiamo in sicurezza, come sempre! Il 9 giugno 2020 sono state pubblicate dalla conferenza delle regioni e delle province autonome le Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive, inserendo anche nello specifico la FORMAZIONE PROFESSIONALE.   Ricordiamoci infatti che le ultime linee guida della formazione professionale erano state pubblicate il 22 maggio 2020. Ne abbiamo parlato qui.   Cosa prevedono le linee guida della formazione professionale? In rosso trovate le integrazioni fatte rispetto al 22 maggio 2020. Le presenti indicazioni si applicano alle attività formative da realizzare nei diversi contesti (aula, laboratori e imprese) compresi gli esami finali (teorici e/o pratici), le attività di verifica, di accompagnamento, tutoraggio e...

Linee guida riapertura DISCOTECHE

Pronti a ballare in sicurezza! Il 9 giugno 2020 sono state pubblicate dalla conferenza delle regioni e delle province autonome le Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive, inserendo anche nello specifico le discoteche.   Cosa prevedono le linee guida per la riapertura delle discoteche? Le presenti indicazioni si applicano alle discoteche e ad altri locali assimilabili destinati all'intrattenimento (in particolar modo serale e notturno). Per eventuali servizi complementari (es. ristorazione, produzioni musicali, spettacoli, etc.) attenersi alle specifiche schede tematiche. In verde trovate le nostre note. Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità, sia mediante l’ausilio di...

Linee guida per la riapertura di sagre e fiere – 9 Giugno 2020

Ripartiamo in sicurezza, come sempre! Il 9 giugno 2020 sono state pubblicate dalla conferenza delle regioni e delle province autonome le Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive, inserendo anche nello specifico le sagre e le fiere.   Ricordiamoci infatti che le ultime linee guida per la riapertura di sagre e fiere erano state pubblicate il 22 maggio 2020. Ne abbiamo parlato qui.   Cosa prevedono le linee guida per la riapertura di sagre e fiere? Le indicazioni si applicano a sagre, fiere e altri eventi e manifestazioni assimilabili. In verde trovate le nostre note ed in rosso le integrazioni fatte rispetto al 22 maggio 2020:   Predisporre una...

Locali ed attività NON rientranti nella definizione di ‘LOCALE DI PUBBLICO SPETTACOLO’

Le norme tecniche ed i vari chiarimenti emessi nel corso del tempo hanno portato ad una definizione di “locale di pubblico spettacolo” non sempre univoca e di immediata identificazione e ad interpretazioni procedurali disomogenee, in particolare in occasione delle manifestazioni temporanee dove si riscontrano una gran varietà di situazioni diverse. Tramite l'utilizzo del presente documento - aggiornamento della precedente versione del 2012 - si è resa più chiara l’individuazione delle attività da considerarsi di pubblico spettacolo ed univoca l’interpretazione delle procedure, al fine di rendere uniforme l’attività di controllo da parte del personale del Comando dei Vigili del Fuoco, delle Commissioni Locali di Vigilanza dei Locali...

Definizione di locale di ‘PUBBLICO SPETTACOLO’

Le norme tecniche ed i vari chiarimenti emessi nel corso del tempo hanno portato ad una definizione di “locale di pubblico spettacolo” non sempre univoca e di immediata identificazione e ad interpretazioni procedurali disomogenee, in particolare in occasione delle manifestazioni temporanee dove si riscontrano una gran varietà di situazioni diverse. Tramite l'utilizzo del presente documento - aggiornamento della precedente versione del 2012 - si è resa più chiara l’individuazione delle attività da considerarsi di pubblico spettacolo ed univoca l’interpretazione delle procedure, al fine di rendere uniforme l’attività di controllo da parte del personale del Comando dei Vigili del Fuoco, delle Commissioni Locali di Vigilanza dei Locali...

Modelli Affollamento-Esodo prestazionali

A distanza di mesi dall'emanazione delle direttive con le quali sono state impartite indicazioni in merito alle misure di safety da adottare in occasione di pubbliche manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo, è emersa la necessità, sulla base del monitoraggio degli esiti applicativi e del confronto con gli enti esponenziali delle realtà territoriali, di una rivisitazione e di una reductio ad unum delle precedenti linee di indirizzo. Tanto, allo scopo di consentire l’individuazione di più efficaci strategie operative a salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza dei partecipanti, nel rispetto delle tradizioni storico - culturali e del patrimonio economico - sociale delle collettività locali. A tal fine, il...