Top

Blog

campo di applicazione RTV pubblico spettacolo

Analizziamo insieme la nuova normativa antincendio per le attività di intrattenimento e di spettacolo a carattere pubblico [Parte 1]

Campo di applicazione

La regola tecnica verticale reca disposizioni di prevenzione incendi riguardanti attività di intrattenimento e di spettacolo in genere, a carattere pubblico, svolte al chiuso o all’aperto, anche a carattere temporaneo.

Nota Per le attività temporanee di intrattenimento e di spettacolo effettuate all’interno di impianti sportivi la presente regola tecnica deve essere applicata alla totalità degli ambiti interessati, ad esempio parterre, tribune, foyer,… (Capitolo G.2)

 

Sono esclusi dal campo di applicazione della regola tecnica:

  1. i luoghi all’aperto non delimitati;
  2. gli esercizi pubblici dove sono impiegati strumenti musicali o apparecchi musicali, in assenza di attività danzanti o di spazi ed allestimenti specifici per gli avventori; (ad esempio bar o ristoranti con esibizioni musicali, con musica diffusa, con apparecchi karaoke, …, privi di spazi ed allestimenti dedicati agli avventori per assistere alle rappresentazioni o per danzare);
  3. le attrazioni di spettacolo viaggiante di cui alla Legge 18 marzo 1968 n. 377. (Le attrazioni di spettacolo viaggiante sono escluse dalla regola tecnica e si applica la normativa vigente).

Definizioni

  • Attività di intrattenimento e di spettacolo: attività destinate a intrattenimenti e attrazioni a carattere pubblico soggette alla disciplina del Regio Decreto 18 giugno 1931 n. 773

Nota Attività quali la danza (sale da ballo, discoteche, …), i concerti, gli spettacoli vari in esercizi pubblici con aree o spazi specifici per gli spettatori, i locali in cui sono alle- stite le attrazioni di spettacolo viaggiante, le sale giochi, le agenzie di scommesse,   le sale bingo, le rappresentazioni teatrali (spettacoli lirici, drammatici, coreografici, di rivista e varietà, …), le conferenze, i congressi, le proiezioni cinematografiche (teatri, cinema-teatri, auditori, sale convegno, cinematografi, teatri di posa per riprese cinematografiche e/o televisive con presenza di pubblico, …)

  • Complessi multifunzionali: attività comprendenti ambiti di intrattenimento e di spettacolo ed ulteriori ambiti con attività diverse, caratterizzati da organicità funzionale, anche afferenti a diversi soggetti;

Nota Ad esempio attività quali cinema, auditorium, sale convegni, …, inseriti in centri commerciali o poli fieristici

  • Sala: ambito dell’attività destinato agli spettatori o agli avventori per assistere o partecipare a intrattenimenti o spettacoli;
  • Scena: ambito dell’attività destinato alla rappresentazione di spettacoli; la scena comprende il palcoscenico, gli scenari, le ulteriori attrezzature e gli allestimenti necessari all’effettuazione di rappresentazioni teatrali e di spettacoli in genere. In relazione all’ubicazione, la scena può essere:
    • di tipo separato dalla sala, quando è separata dalla sala e dai locali di servizio e retropalco con elementi resistenti al fuoco, ad eccezione del boccascena ammesso aperto con la sala;
    • di tipo integrato nella sala, quando costituisce un unico ambito con la

Nota L’ambito costituito da sala e scena integrata è unico ai fini della determinazione delle misure antincendio.

    • Deposito di servizio alla scena: locale destinato a ricevere gli scenari e le attrezzature per lo spettacolo in programmazione.

 

[email protected]

335 384310

Share
No Comments
Add Comment
Name*
Email*
Website